COMMODITY SPREAD TRADING

Adatto a tutti gli investitori di medio termine

Profitto Atteso in 2/4 mesi

6-7% al mese

Tempo

30 minuti al giorno

Capitale

Medio / Basso

Cosa puoi imparare dal nostro programma di Commodity Spread Trading?

Attraverso il Commodity Spread scoprirai come proteggere e far crescere il tuo capitale utilizzando le commodities, beni tangibili sui quali si basa la produzione di generi alimentari, industriali, e domestici. Scopriremo come la produzione e il consumo di materie prime dipendono da fattori quali il clima, le stagioni, e le risorse naturali e scopriremo come la domanda e l’offerta di questi beni sia influenzata da una serie controllabile di fattori economici e abitudini dei consumatori.

Sarà un viaggio affascinante nel quale partiremo da elementi semplici della nostra quotidianità per poi arrivare a ricavare dei rendimenti costanti nel tempo.

Introduzione al Commodity Trading e alle risorse che ne fanno parte

Si pensa che il Commodity Trading sia iniziato addirittura 6.000 anni fa in Cina, con la compravendita delle future raccolte di riso, arrivando oggi a 50 principali mercati di commodity nel mondo.

Una commodity è una risorsa naturale che viene lavorata e venduta, ed è di solito commerciata in quantità molto elevate, con mercato spot o, più comunemente, in scambi di futures.

La produzione e il consumo di commodity dipende da fattori quali il clima, la stagione e le risorse – che siano naturali o controllate dagli uomini. La domanda è anche influenzata da un’interazione complessa tra fattori economici e abitudini dei consumatori.

Le commodity sono commerciate sul mercato delle commodity. Questo mercato comprende una serie di luoghi di scambio internazionali delle commodity, tra cui i principali sono il Chicago Mercantile Exchange, il New York Mercantile Exchange e il London Metal Exchange.

Una conoscenza approfondita di come questi mercati di scambio funzionano e delle commodity che commerciano è essenziale per ogni trader che desideri affacciarsi al commodity trading.

Le 4 categorie principali del commodity trading includono:

  • Energia inclusi il greggio, il gasolio e il gas naturale
  • Metalli inclusi l’oro, l’argento, il platino e il rame
  • Tropicali inclusi caffè, cacao, cotone, zucchero e succo d’arancia
  • Agricoltura & Carni inclusi mais, soia, grano, pancetta di maiale e bestiame

Recentemente la diffusione della tecnologia ha permesso l’introduzione di nuove commodities, come la tecnologia per produrre prodotti hi-tech presente in qualunque parte del mondo (i chip dalla Silicon Valley, per dirne una).

Nel 2011 ne è nato anche un nuovo mercato di scambio specializzato in nanomateriali, l’Integrated Nano-Science Commodity Exchange.

Il Commodity trading è l’operatività che fa per te?

Tutte le operatività hanno pro e contro, e vogliamo essere chiari fin dall’inizio in modo che i nostri clienti possano trovare la soluzione giusta per loro.

I futures in commodity sono riconosciuti a livello mondiale come un ottimo ingrediente di un portafoglio di successo. Il fatto che il profitto sulle commodities negli ultimi 63 anni (dal 1951 al 2014) sia stato più alto rispetto al tasso di inflazione mondiale, rende evidente che gli investimenti in commodity sono un’assicurazione efficace contro l’inflazione.

PRO
CONTRO
Tecnica facile da replicare (adatta anche a chi comincia)
Leva – un’arma a doppio taglio
Rischio limitato = maggiore protezione
Bassa liquidità per materie prime meno sfruttate
Non servono grandi capitali
Richiede poco tempo: meno di 40 minuti al giorno

Quali sono le caratteristiche di un buon trader in Commodities?

I trader di Commodity sono alla ricerca di operazioni a rischio limitato ma con buone potenzialità di guadagno con un impatto finanziario sul medio/lungo termine. Tendono ad essere ambiziosi e fortemente disciplinati nel loro approccio alla giornata di trading e a quello che fanno nel corso dell’apertura del mercato. Sono profondamente consapevoli di loro stessi, in quanto investire non significa ignorare le proprie emozioni. E’ interessante notare come gli investitori in commodity che non sono consapevoli delle proprie emozioni sono quelli più esposti a grosse perdite. I buoni trader in commodity avvertono il pericolo istintivamente, lo processano e prendono decisioni rimanendo lucidi.

La loro ambizione gli vale un profitto annuo del 40-60%, dedicando 4 ore al mese. Questo una volta acquisite le basi perché, come ogni altro strumento finanziario, un’educazione iniziale è essenziale.

Chiunque può fare trading di commodity, ma in base ai motivi sottostanti è possibile distinguere 4 categorie di trader:

  • Hedger: Investitori che vogliono ridurre il proprio rischio e che usano le materie prime per bilanciare il loro portafoglio.
  • Speculatori: Investitori o trader con una forte opinione su una certa commodity che sono disposti a prendere il rischio associato nella speranza di ottenerne un profitto futuro.
  • Produttori: Persone che coltivano, producono o allevano le materie prime, e che vogliono investire in un contratto future sulla commodity di cui si occupano per compensare il rischio di future oscillazioni di prezzo.
  • Trader/Broker indipendenti: Si tratta di quelle persone che piazzano l’ordine di comprare o vendere un contratto di commodity per conto proprio o di clienti.

I tuoi prossimi passi…

Se non hai mai fatto trading di commodity, per cominciare guarda i video che costituiscono questo corso e scarica il nostro E-book 'Ai miei soldi ci penso io - Spread Trading'. È il modo migliore per capire se questo strumento finanziario fa al caso tuo.

Se invece sei un trader o un investitore con conoscenze pregresse in questa operatività e stai cercando di migliorare le tue abilità e di conoscere altri investitori come te, dai un’occhiata alla nostra Academy e al nostro programma Trading Club Multiday.